Wrangell-Kluane

Tra Canada e Alaska, suggestioni nella regione di Wrangell-Kluane

regione di Wrangell Kluane

Tra Alaska e Canada si apre un microcosmo a parte che vale la pena di conoscere. Parliamo della regione di Wrangell-Kluane, una terra selvaggia e remota, dove l’avventura è all’ordine del giorno. Da queste parti potrete perdervi, letteralmente, tra foreste, montagne, distese di tundra, ghiacciai e coste. Intorno a voi, una fauna incredibile tra balene, orsi e altri animali. Il periodo migliore per visitare questo tratto di mondo, va da giugno a metà settembre, periodo in cui non è raro ritrovarsi di fronte a cieli blu e clima secco. Non illudetevi, però, la possibilità che arrivino nevicate non è remota e le notti possono essere fredde. La maggior parte delle strutture sono aperte in ogni caso pure in inverno.

 

Wrangell-Kluane si trova alla frontiera tra Alaska e Yukon e la natura prospera oltre ogni immaginazione. Ci sono i più vasti ghiacciai dell’America Settentrionale che danno origine a grandi blocchi di ghiaccio, una grande popolazione di orsi che mangiano bacche e salmone e fiumi e torrenti che corrono nei loro letti. Ancora, sono tanti gli alberi che germogliano e riempiono di fiori e frutti l’area.

Quella di Wrangell-St.Elias, in Alaska è la più grande area protetta al mondo con otto riserve naturali, come quella di Wrangell-St.Elias in Alaska e il Kluane National Park and Reserve nello Yukon, in Canada. Protegge 2000 ghiacciai alimentati da campi di ghiaccio più vasti di molti stati nordamericani. Di fronte al visitatore cime alte anche 4875 metri. Parliamo ad esempio del Mount Logan e del Mount St.Elias. La fauna poi è molto variegata e può capitare di vedere grizzly, ma anche megattere, alci, cigni trombettieri, bighorn bianchi e lupi. I nodi principali per arrivare sono i paesi di McCarthy-Kennecott, a Wrangell-St.Elias, e Gustavus vicino a Glacier Bay in Alaska. Lo stesso vale per Haines Junction, alla periferia del Kluane Nationale Park in Canada. Molte le attività da praticare in loco all’aperto dal kayak, al rafting, alla mountain bike, ai voli sui piccoli aerei da turismo, alla caccia e alla pesca.

Photo Credit: Thinkstock

Lascia un commento