Vacanza-a-vancouver

Escursione sulle montagne di Vancouver: prova il Grouse Grind

VancouverMontagne e panorami, verde e paesaggi sconfinati. Il Canada non può non conquistare e se vi trovate dalle parti di Vancouver, potreste pure decidere di organizzare una battuta di trekking per conoscere meglio il territorio circostante. Avete mai sentito parlare, ad esempio, del Grouse Grind?

Si tratta di un sentiero escursionistico molto impegnativo che quindi non è adatto a chi non è allenato. In ogni caso, nella zona di Vancouver tra i suoi rilievi la scelta non è affatto limitata. In mezzo alle Grouse Mountain, quindi, ecco questo percorso che si può seguire praticamente tutto l’anno, senza grossi limiti. Certamente la maggior parte dei turisti decidono di non perdere l’opportunità soprattutto a settembre, per cui avete ancora tempo per prenotare il vostro viaggio, magari scegliendo noi.

Questo perché, quello è il mese in cui si svolge una importante competizione. Il Grind non è molto lungo ed, infatti, riguarda solo 2,9 chilometri. E’ vero altrettanto che affronta 2830 gradini. Se siete degli escursionisti di medio livello, potete completare l’intero percorso in due ore. Ci sono poi i veri campioni. Pensate che i vincitori di qualche edizione fa, sono stati capaci di arrivare al traguardo in mezz’ora soltanto. Quello che potete fare è allenarvi ed indossare degli scarponi. In cima, comunque, avrete una vista davvero emozionante e vi renderete conto che la fatica e il sudore sono tutti ben ripagati. Al termine della corsa, comunque, l’adrenalina può non smettere di interessarvi. Si perché potrete provare l’Air Grouse Zipline e volare tra le montagne ad una velocità di circa cinquanta chilometri orari. Certo ci vuole coraggio, ma se siete degli amanti dell’avventura non vi mancherà. Del resto, come sapete già, le opportunità in Canada sono tantissime. Si può scegliere di vivere la vacanza in mille modi diversi a seconda dei propri gusti ed esigenze ed essere felici di non aver scelto nessuna destinazione differente.

Photo Credit: Thinkstock

Lascia un commento