Riviera-Maya-viaggio

Messico, Riviera Maya: le spiagge da non perdere

viaggio in Messico

La costa orientale dello Yucatan ha un aspetto differente rispetto al passato, soprattutto per lo sviluppo quasi incontrollato di Cancùn e di altre stazioni balneari del Messico. Chi non conosce la Riviera Maya che è diventata una meta turistica per eccellenza? Non solo coppie in viaggio di nozze, ma anche famiglie con bambini e single non rinunciano al fascino della storia e del passato locale e anche alle sue meravigliose spiagge bianche. L’acqua è calda e intorno c’è una splendida barriera corallina considerata la seconda più lunga del mondo. L’area è perfetta per le immersioni, ma quali stazioni balneari non perdere?

  • Playa del Carmen: è nota e frequentata da moltissimi turisti e dopo Cancun è super affollata in qualunque mese dell’anno. Si tratta di una zona tranquilla è in città la via principale è Quinta Avenida, dove potrete trovare negozi, caffè, bar e ristoranti. Da qui non è difficile avviarsi verso Cozumel
  • Akumal: è poco affollata e qui un tempo si trovava una piantagione di noci di cocco. E’ pure la zona dove si riproducono le tartarughe e nuotano gli squali tra dicembre e gennaio. In pochi anni, da queste parti sono arrivati dei surfisti e amanti delle immersioni.
  • Xel-Ha: è una riserva naturale composta da lagune che sono collegate tra di loro. Si trovano tra rocce e grotte, con una varietà di pesci tropicali che si notano facilmente per via delle acque cristalline. I posti per le immersioni sono tanti e da qualche tempo è una zona del tutto rivalutata anche turisticamente.
  • Tulum Playa: una striscia di bungalow e ristoranti in grande sviluppo e la spiaggia intorno è splendida. Non è un caso che sia tanto nota e poi a breve distanza si trova il sito maya di Tulum.
  • Puerto Morelos: si trova intorno ad un villaggio di pescatori ed è l’ultima stazione balneare che si trova sulla riviera. Pure in questo caso per le immersioni non mancano le aree superbe.

 

Lascia un commento