• Viaggi di nozze & romantiche avventure

    il 1° viaggio non si scorda mai !

  • Viaggio famiglia in Nord America

          la gioia di tutti in un solo viaggio

  • Viaggio tra i Giganti della West Coast

    I Parchi della Costa Ovest tra Canada e USA

  • In viaggio tra le meraviglie di California, Nevada e Arizona…

    Il Grand Canyon…dove la Luce si fà arte & mistero

  • Quebec da non perdere ;

           in Canada tutto l’anno

Siti Unesco

“Il Patrimonio dell’Umanità rappresenta il nostro legame con il passato, ciò che ci rimane oggi e ciò che trasmetteremo alle generazioni future. Il nostro patrimonio culturale e naturale sono entrambi risorse insostituibili di vita e fonte di ispirazione……ciò che rende questo concetto unico è la sua applicazione universale. I siti definiti Patrimonio dell’Umanità appartengono a tutti indistintamente, indipendentemente dal territorio in cui si trovano” — dal sito UNESCOL’organizzazione per l’Educazione, la Cultura e la Scienza delle Nazioni Unite cerca di incoraggiare l’identificazione, la protezione e la conservazione del patrimonio culturale e naturale mondiale considerato valore incommensurabile per l’umanità . Questi valori sono contenuti in un trattato denominato la “Convenzione sulla Protezione del Patrimonio Culturale e Naturale dell’Umanità “, adottata dall’UNESCO nel 1972.Le Reve House Adventure ha creato i suoi viaggi con l’intento di offrire al viaggiatore tutta l’esperienza della bellezza di questi parchi e l’opportunità di visitarli con servizi di primo livello, in aree fondamentalmente incontaminate ma ottimamente collegate.Abbiamo anche tenuto nella dovuta considerazione le situazioni ideali che queste aree presentano per appassionati di fotografia ed immagine IN CANADAPROTEZIONE DEI SITI NATURALI DALLO SVILUPPO INDISCRIMINATOMentre i siti designati sono di proprietà del Canada (e degli Stati Uniti, dove esistono parchi misti), l’UNESCO è interessata alla loro conservazione. Nessuna misura deliberata che possa causare danni diretti o indiretti ai siti può quindi essere intrapresa. Una protezione quanto mai necessaria visto che alcune di queste aree, come Wood Buffalo, sono minacciate da future probabili massicce operazioni di alcune compagnie petrolifere. Storicamente significativo per le First Nations, parco nazionale Wood Buffalo e le aree circostanti hanno loro fornito cibo per migliaia di anni. IL PARCO NAZIONALE NAHANNI (1978) Si trova nella regione a ovest di Yellowknife Dehcho nei territori del nord-ovest. Le Virginia Falls , più alte delle Cascate del Niagara, quattro grandi canyon e lo spettacolare South Nahanni River sono le sue caratteristiche più evidenti. Ma c’è molto di più nel parco, comprese le sorgenti termali, complessi sistemi di grotte, stupefacenti picchi di granito, la foresta boreale e rare specie di orchidee.I PARCHI DI KLUANE/WRANGELL E ST ELIAS/GLACIER BAY(1979) E’ un sistema di parchi internazionale a cavallo delle frontiere del territorio dello Yukon, Columbia Britannica e dell’Alaska. Includono il più esteso sistema di ghiacciai non polari al mondo e spettacolari ghiacciai, alcuni dei quali sono i più lunghi del mondo. La loro alta biodiversità supporta numerose specie animali e vegetali in regioni di tundra marina, alpina e subalpine, ed i foreste di montagna e costiere.PARCO NAZIONALE DI WOOD BUFFALO(1983) Situato sulla pianura boreale nord-centrale del Canada, si sovrappone alle frontiere dell’Alberta e dei territori del nord-ovest. Con il suo grande delta alla confluenza dei fiumi Athabasca e Peace, il parco ospita la sola popolazione autosufficiente di gru Whooping dell’America del Nord ed ospita anche grandi mandrie di buffali allo stato brado. Le sue caratteristiche geologiche uniche offrono habitat ad una grande varietà di specie di fauna selvatica.I PARCHI DELLE CANADIAN ROCKY MOUNTAIN (1984) Sono i quattro parchi nazionali (Banff, Jasper, Kootenay e Yoho) e tre parchi provinciali (Monte Robson, Monte Assiniboine e Hamber) situati nelle province di British Columbia e Alberta. Siti belli, di fama mondiale, includono il grande sistema di ghiacciai Columbia, le grotte di Castleguard e il Burgess Shale con circa 150 specie fossili marini dell’era Middle CambrianNELLO YUCATAN E NELLA BAJA CALIFORNIAQueste aree vantano diversi siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.Per citarne alcuni, dal punto di vista storico/culturale abbiamo:- L E PITTURE RUPESTRI DELLE GROTTE DELLA SIERA DE SAN FRANCISCO – BAJA CALIFORNIA SUR (1983)Dal 100 a.c. al 1300 d.c., la Sierra de San Francisco (nella riserva di El Vizcaino, Baja California) fu sede di un popolo ora scomparso, ma che ha lasciato una delle collezioni più importanti di pitture rupestri in tutto il mondo. Sono molto ben conservate dato il clima secco e l’inaccessibilità del sito. Mostrando figure umane e di molte specie animali e illustrando il rapporto tra l’uomo e il suo ambiente, le pitture rivelano una cultura altamente sofisticata. La loro composizione e dimensione, nonché la precisione dei contorni e la varietà di colori, ma soprattutto il numero di siti, ne fanno un’impressionante testimonianza di una tradizione artistica unicaI SITI DELLE CITTA’ PREISPANICHE DI PALENQUE (1987) DI CHICHEN-ITZA (1988) DI TEOTIHUACAN (1987) E DI UXMAL (1996) (PENISOLA DELLO YUCATAN)Straordinarie testimonianze storiche, artistiche ed architettoniche di una civiltà unica. Ognuno di questi siti ha le sue peculiarità ed ognuno merita una visita approfondita.L’ANTICA CITTA’ MAYA DI CALAKMUL (2002) E LA CITTA’ FORTIFICATA DI CAMPECHE (1999) NELLO STATO DI CAMPECHECalakmul si trova nel bel mezzo di un’intricata giungla, nel cuore dell’omonimo parco: situazione ideale per unire l’osservazione di una natura lussureggiante e sorprendente alla visita delle imponenti rovine Maya. La città fortificata di Campeche è un tipico esempio di città portuale del periodo coloniale spagnoloDal punto di vista naturalistico:LE ISOLE ED AREE PROTETTE DEL GOLFO DI CALIFORNIA (2005)Si tratta di 244 Isole nel Mar di Cortez, una regione definita laboratorio naturale di ricerca. Infatti, quasi tutti i maggiori processi oceanografici si sviluppano qui, determinando la grandissima importanza dell’area per lo studio e la ricerca. Inoltre, sito è di una di sorprendente bellezza naturale con le sue e isole frastagliate da alte scogliere e spiagge sabbiose, che contrastano il riflesso brillante dal deserto e le acque turchesi circostanti. Eccezionale è poi il numero di specie animali e vegetali che l’area ospita: 695 specie di piante , più che in qualsiasi altro sito marino e insulari nella lista dei siti patrimonio mondiale dell’umanità, 891 specie di pesci , 90 dei quali endemiche. Il sito, inoltre, contiene il 39% del numero totale delle specie di mammiferi marini e un terzo delle specie di cetacei del mondo marino.RISERVA DELLA BIOSFERA DI SIAN KAHN – SATO DI QUINTANA ROO, PENISOLA DELLA YUKATAN (1987)Nel linguaggio dei popoli maya che una volta abitavano questa regione, Sian Ka’an significa “Origine del cielo”. Situato sulla costa orientale della penisola dello Yucatan, questa riserva dell biosfera ha al suo interno foreste tropicali, mangrovie e paludi, nonché una grande area marina, intersecata da una barriera corallina. Essa fornisce l’habitat per una notevole ricchezza di flora ed una fauna che comprende più di 300 specie di uccelli, come pure un gran numero di vertebrati terrestri caratteristici della regione, che convivono in un ambiente diverso formato dal suo complesso sistema idrologico.IL SANTUARIO DELLE BALENE DI “EL VIZCAINO” (1993) – BAJA CALIFORNIA SURSituato nella parte centrale della penisola della Baja California, il santuario contiene alcuni ecosistemi particolarmente interessanti. Le lagune costiere di Ojo de Liebre e di San Ignacio sono importanti siti per la riproduzione dello foche, per la balena grigia, porto, per il leone marino della California, per la foca elefante e per la balena blu. Le lagune ospitano anche quattro specie di tartaruga marina in via di estinzioneNELLE HAWAIIHAWAII VOLCANOES NATIONAL PARKQuesto sito contiene due dei vulcani più attivi del mondo, il Mauna Loa (4.170 m di altitudine) e Kilauea (1250 m), che entrambi torreggiano sopra l’