Le Reve House Adventure

Alaska, tour al Glacier Bay National Park & Preserve

glacier_bay_national_park_and_preserve_alaska_us

 

Una terra nuova, relativamente, che si trova in Alaska. Si potrebbe definire così il centro del Glacier Bay National Park and Preserve. Nel 1778 fu il Capitano Cook a scegliere questo tratto di costa e si trovò di fronte ad una vasta distesa di ghiaccio spessa centinaia di metri e lunga tanti chilometri. Quando però nel 1794 il capitano George Vancouver ripercorse la stessa strada, le cose erano del tutto cambiate. Era comparsa dunque una baia di otto chilometri che appunto era la Glacier Bay. Oggi, qui dove il ghiaccio si è sciolto 250 anni fa, è cresciuta una foresta con la presenza di piante anche molto rare.

I famosi ghiacciai di questo angolo di Alaska oggi sono l’attrazione principale del parco e la maggior parte delle navi da crociera, inseriscono la baia nel programma degli itinerari dell’Inside Passage. I paesaggi e l’abbondanza di fauna selvatica fanno il resto, ovviamente, richiamando ogni anno un gran numero di turisti. Si tratta di 1.333.200 ettari di terreno che quindi richiedono una visita lunga qualche giorno.

La vera porta d’accesso è Gustavus con sole 475 anime considerata curiosamente anche una delle migliori piste di atterraggio del Sud-Est. E’ stata costruita come punto di rifornimento di carburante durante la Seconda Guerra Mondiale e permette all’Alaska Airlines di effettuare voli giornalieri da Juneau. A Gustavus non mancano le opzioni di sistemazione per la notte e se ne trovano almeno una decina da b&b a qualche capanna caratteristica. Non sono poche poi le gallerie, un campo da golf a nove buche e questo anche se non esiste però un centro principale ed ecco perché i visitatori devono affittare un mezzo di trasporto per potersi spostare.La parte più orientale di Glacier Bayospita il Glacier Bay Lodge e da qui parte il Forest Loop Trail che si snoda attraverso una giovane foresta di abeti, Il Bartlett River Trail è più impegnativo, mentre frequentatissimo è il Bartlett Lake Trail. Se è vero che ci si può avventurare nel parco da soli, con un buon spirito di orientamento però, è altrettanto sicuro che in molti scelgono di scendere all’attracco di Bartlett Cove e poi procedere alla scoperta del paesaggio circostante.