fbpx
Le Reve House Adventure

Il Parco e la Riserva Nazionale del Katmai in Alaska – Il Periodo migliore per andare

Il Katmai National Park & Preserve

L’estate (giugno e luglio sono i mesi con le giornate più lunghe, fino a 20 ore ! ) è il periodo migliore per visitare ed esplorare l’Alaska dei fiordi profondi, degli imponenti ghiacciai e delle vaste distese di foreste e di Tundra Sub Artica. Agli appassionati della natura e degli animali, per essere immersi nell’habitat naturale degli orsi, senza barriere, senza filtri, e a contatto ravvicinato con questi magnifici protagonisti della vita animale, consigliamo di visitare il Katmai National Park, il Parco Nazionale e la Riserva del Katmai

Il Katmai National Park and Preserve, nonostante sia stato dichiarato Monumento Nazionale nel lontano 1918, dopo la catastrofica eruzione dei suoi Vulcani del 1912, è stato istituito a Parco Nazionale nel 1980.

Esso contiene tre aree distinte: la costa dello stretto di Shelikof, le montagne della catena delle Aleutine e la regione dei laghi che comprende il lago Naknek ed è anche luogo di importanza archeologica e storica poiché contiene le maggiori concentrazioni di abitazioni preistoriche in Alaska.

Il parco oggi si estende su oltre quattro milioni di acri di territorio, ed ha mantenuto il suo ambiente Naturale totalmente intatto. L’intero suo Territorio, ancora completamente remoto e selvaggio, è attraversato da centinaia di chilometri di fiumi e torrenti spettacolari, oltre a centinaia di migliaia di ettari di Laghi, e racchiude al suo interno aree con panorami altrettanto spettacolari dal grande valore Naturalistico, che costituiscono il “meglio dell’Alaska“.

yH5BAEAAAAALAAAAAABAAEAAAIBRAA7 - Il Parco e la Riserva Nazionale del Katmai in Alaska - Il Periodo migliore per andare
“le_stagioni_in_alaska_top.jpg”

Il Parco non è connesso a nessuna città su strada, è noto anche per le sue possibilità di escursionismo, pesca, rafting e kayak ed è più comunemente accessibile per tali attività, tramite idrovolante. Si trova sulla costa nord-orientale della penisola dell’Alaska, quale propaggine interna della Penisola Aleutina, di fronte all’isola di Kodiak.

Il suo territorio comprende sia ambienti di tundra che foreste ed è habitat di una grande varietà di animali selvatici tra cui caribù, alci, orsi, lupi e volpi rosse, così come uccelli acquatici quali cigni, anatre e svassi. I Leoni marini le lontre marine e le balene di molte specie, tra cui la grande Balena azzurra, sono visibili lungo la costa del parco.

Tra la ricca fauna selvatica prospera e si stima che viva qui buona parte della popolazione di orso bruno americano, chiamato anche grizzly. Di grandi proporzioni è anche la presenza di un’altro protagonista della Fauna del Nord Ovest Americano, il salmone rosso, detto “sockeye”, un anglicizzazione di “Suk-Kegh”, pesce rosso in lingua Salish, le cui carni di un rosso vivido ricche di grassi, costituiscono l’alimento principale dei grandi Grizzly.

Il parco da qualche anno è dotato di telecamere che sono sempre in funzione e riprendono dal vivo l’area circostante il fiume Brooks e le sue famosissime cascate, le Brooks Falls, l’area di osservazione degli orsi dell’Alaska più filmata al mondo. Quì i Grizzly danno spettacolo affollandosi in un ristretto periodo dell’anno tra giugno e luglio. Le lotte a volte furiose tra i grandi Maschi dominanti per avere la migliore posizione sulle cascate per cacciare al volo i salmoni che saltano fuori dall’acqua durante la loro risalita, sono il pezzo forte da filmare per chi ha la fortuna di trovarsi al punto giusto e al momento giusto, riportandolo a casa come un grande Trofeo da Safari.

Si vedono anche mamme orsa dare lezioni di sopravvivenza ai loro cuccioli, nelle aree più tranquille a distanza dai grandi maschi aggressivi. Una telecamera subacquea trasmette immagini anche dal punto di vista dei salmoni che stazionano nelle grandi piscine create dalle anse del fiume, per qualche ora o giorno di relax, prima di riprendere la loro corsa verso l’obiettivo finale, le aree dello stesso fiume più a monte e nel lago Naknek, dove avverrà il grande rito della riproduzione.

E’ anche possibile osservare queste scene, in piccoli gruppi diretti dai disponibili Rangers del Parco, da vicino e senza alcun pericolo, da piattaforme in legno che guardano il fiume da una splendida visuale dall’alto, senza disturbare gli animali, per poter scattare in tutta tranquillità foto incredibili, immagini di vita uniche allo stato brado in luoghi incontaminati .

L’altra grande attrazione del Parco si trova vicino al Monte Katmai (il Parco comprende 15 dei 70 vulcani attivi dell’Alaska), nella zona dove il Vulcano Novarupta eruttò catastroficamente nel 1912 – si stima che fu l’eruzione più violenta del XX secolo, ben 10 volte più forte di quella del monte St. Helens del 1980.

La distruzione provocata da quell’eruzione allora passò inosservata perché l’area era deserta, remota e lontana dalla civiltà. Essa originò il complesso sistema di “fumarole” della “Ten Thousand Smokes Valley”, cioè la Valle dei Diecimila Fumi, dove è possibile vedere i terribili, oggi suggestivi effetti, di quell’eruzione piroclastica che trasformò la valle in una zona spettrale, pressoché lunare. Una visita specifica anche a questa attrazione è più che consigliata.

Lo strato di ceneri, che in qualche punto arriva fino a 300 metri, rimase rovente per decenni e tutta l’acqua della valle eruttava fumarole di vapore (da cui Il nome “Diecimila Fumi”). Oggi ormai le ceneri si sono raffreddate e le fumarole estinte. Un aspetto curioso è che per questo motivo che nel 1966 la NASA fece addestrare qui gli astronauti in vista dello sbarco sulla Luna.
Qui il meglio delle OFFERTE e Pacchetti Vacanze Alaska

Altro itinerari imperdibili sono  Viaggio America Ovest che vi farà conoscere, spaziando dall’Alaska alla British Columbia alla California, la natura selvaggia ed incantevole della costa del Pacifico dell’America settentrionale e Super Gran Tour West Canada Rockies e Alaska, il meglio di un viaggio Canada Alaska

Se vorrete prenotare un viaggio di Safari per godere della maestà dei Grizzly del Katmai con Le Reve House Adventure, potrete chiamarci al +39 334 7081960 o scriverci a lerevehouse@gmail.com