Le Reve House Adventure

La rana pigmea del Costa Rica:fauna incredibile e pericolosa

fauna e colori in Costa RicaQuello che colpisce immediatamente in Costa Rica, sono soprattutto i colori. Li vedrete ovunque, nella vegetazione, nei paesaggi e, soprattutto, nella fauna. Dolcissima, a tal proposito è la rana pigmea.Come dice anche il suo nome è piccolissima e il suo nome scientifico èDendrobate pigmeooOophaga pumilio. Vive nella foresta pluvialee nella zona settentrionale di Panama. Non lasciatevi ingannare dal suo aspetto splendido però, perché in realtà è un anfibio molto pericoloso, in quanto velenoso.

La rana pigmea ha un alto grado di tossicità ed è impossibile non notarla visto che ha una accesalivrea di colore rosso, blu, verde e marrone, che in età adulta raggiunge dai 2 ai 2,5 cm di lunghezza. Studi sulla creatura deiricercatori dell’Universita’ di Medicina Veterinaria di Hannoverin Germaniahanno dimostrato che lefemmine di questa specie hanno iniziato ad avere piano piano un comportamento libertino. Si tratterebbe di un fenomeno naturale perché in effetti c’era troppa competizione tra maschi e, nel frattempo, portava via energie la ricerca di un compagno.

Ecco dunque che le rane pigmee di sesso femminile del Costa Rica, si accoppiano con il primo pretendente che incontrano. Questo permette alla specie di sopravvivere e alla prole di moltiplicarsi e durante la stagione delle piogge la rana pigmea arriva a deporre fino a sei uova in cordoni. Le deposita in piccole pozzedentro a delle cavità tra le foglie di piante appartenenti al genere Bromelia. Nei primi dieci giorniil maschio protegge il nido; dopodiché, essendo ancora sessualmente attivo, si allontana alla ricerca di una nuova compagna.Nascono dunque i girini che nelle prime settimane, almeno otto, si nutrono delle uova non fecondate che la madre depone in ogni pozza.Tuttavia le insidie sono tante e il rischio di morire alto ed, infatti,esolamente il 5-12% della nidiata arriva allo stadio di girino ed ancora meno sono coloro che possono diventare adulti.