Le Reve House Adventure

Viaggi avventura in Costa Rica, alla ricerca delle tartarughe marine

tartaruga Costa Rica

Nuotano libere nel mare cristallino di una terra baciata dalla bellezza come il Costa Rica. Da queste parti le tartarughe marine presenti, appartengono a ben sette specie e vanno dalla piccola olivacea che quasi sempre non supera i 75 centimetri di lunghezza alla grandissima dermochelide. E’ bellissimo avere la fortuna di osservarle mentre si muovono velocemente nell’acqua, ancora più incredibile se si pensa che la loro struttura fisica risale a 200 milioni di anni fa e si sono adattate al tempo e alle condizioni.

In tutto il mondo e ancora di più in Costa Rica, le tartarughe marine non vivono un momento felice e sono in continuo pericolo e la colpa principale è dell’uomo, tanto che senza interventi mirati e tempestivi, il rischio di estinzione non è per niente remoto. Il declino della specie si perde nella notte dei tempi, ma ha avuto una grossa accelerazione quando con la scoperta dell’America, la carne di tartaruga è diventata un alimento base per i marinai che navigavano nell’Atlantico. Piano piano, tali creature sono finite pure sulle mense europee come zuppa ed, in particolare, la tartaruga verde è rimasta solo in tre importanti siti di nidificazione. In Costa Rica, sono tutte zone protette, ma è difficile preservare del tutto le uova che sono considerate pure dei potenti afrodisiaci.

In più, fanno gola pure a varie specie dai procioni agli avvoltoi, fino ad arrivare ai granchi e, quindi, non sono tantissime le specie che appena schiuse finiscono in mare. Gli esemplari adulti, invece, rischiano di cadere nelle reti tra gamberetti e catturati dai pescatori di frodo. Le tartarughe marine che sopravvivono, però riescono a spostarsi pure di molto, visto che coprono molte distanze anche transoceaniche. I maschi trascorrono l’intera vita che a volte è mezzo secolo nel mare e soltanto le femmine tornano sulla terra ogni due o tre anni, di solito di notte e durante l’alta marea per deporre le uova. L’incubazione dura circa sette settimane e poi le uova si schiudono.

Photo Credit: Thinkstock