Le Reve House Adventure

Whale Watching alle Hawaii: studiare il comportamento delle balene

balene

 

Le balene sono splendidi mammiferi che alle Hawaii non di rado danno spettacolo. Molte le caratteristiche che contraddistinguono tali esseri viventi e tra queste la grande interazione sociale. Le megattere ad esempio sono note per la loro strategia nutritiva di gruppo. In questo caso condividono il cibo e diversi esemplari nuotano in cerchi concentrici sempre più stretti per far avvicinare i pesci. Insomma, è come se ricreassero una rete naturale.

I maschi della specie, invece, producono dei versi struggenti sotto la superficie dell’Oceano. Non sono semplici gesti d’amore, ma una sorta di racconto orale che si tramanda anche alle generazioni successive. Certo, visto che è stato confermato che il loro cervello è il più grande della terra, è anche certo che se potessimo capire esattamente il loro linguaggio scopriremmo molte cose.

Per proteggere le balene, nel 1992 è stato creato l’Humpback Whale National Marine Sanctuary proprio alle Isole Hawaii. Aveva pure lo scopo di divulgare al mondo quanto queste creature siano intelligenti. Gli esperti di whale watching possono da queste parti scoprire che le megattere arrivano intorno a dicembre e si dirigono verso nord in Alaska. Ripartono, poi, a maggio. Le visite, insomma, vanno organizzate in quel periodo. Maui, Kauai e Big Island, sono i siti più noti per l’avvistamento delle balene. Si trovano nelle acque di Oahu, ma il loro numero non è poi tanto alto. In ogni caso per osservarle, bisogna capire che non ci si può avvicinare troppo. Chi le osserva si deve mantenere almeno a 100 metri di distanza e, ovviamente, questi giganti del mare vanno trattati con educazione e attenzione. Il punto di partenza per un whale watching a riva o in mare aperto, resta sempre Maui e i punti dove provare con un avvistamento incredibile sono molti, compresi Wailea (Central Maui) e il reef di Olowalu (West Maui).