La Riviera Maya – tra spiagge, rovine Maya e barriera corallina


Durata
12 Giorni
Prezzo di partenza
1.850,00 €

La penisola dello Yucatàn, sulla cui costa sud occidentale si trova la Riviera Maya, pur facendo parte integrante del Messico, ha mantenuto una sua identità specifica rispetto al resto della nazione. La gente yucateca va particolarmente orgogliosa di questo e della sua origine Maya. Già! I Maya! Una presenza costante che si avverte durante tutta la permanenza in questa splendida terra. Presenza che si manifesta soprattutto negli imponenti edifici che i Maya ci hanno lasciato e che suscitano un’enorme interesse. Ma oltre a ciò, quello che la penisola ha da offrire può soddisfare le aspettative di ogni viaggiatore desideroso di provare esperienze forti, di essere stupito da situazioni nuove ed emozionanti, di ammirare lo spettacolo di una natura diversa, rigogliosa, misteriosa ma anche, perché no, di rilassarsi sotto le palme di isolate spiagge tropicali. La barriera corallina più lunga del Nord America (la seconda al mondo), lungo la Riviera Maya, è l’ideale per gli amanti dello snorkeling e dello scuba diving, attività che, peraltro, si possono praticare anche nei Cenotes, caratteristici “inghiottitoi” carsici, tipici della penisola yucateca.
Al fine di preservare l’incontaminata natura di alcune zone della penisola, sono state create ben 5 “Riserve della Biosfera”, una delle quali si trova proprio lungo la Riviera Maya. Ospitano innumerevoli specie di animali: dai felini selvatici, quali il giaguaro, il puma e l’ocelot, alle scimmie urlatrici e le scimmie ragno, e poi, tapiri, cervidi e pipistrelli. Per gli appassionati di bird-watching, poi, le riserve sono abitate in maniera stanziale, o visitate stagionalmente, da centinaia di specie d’uccelli: una per tutte la cicogna americana, che potrete ammirare nella riserva di Sian Ka’an.
Insomma, come si suol dire, ce n’è per tutti… Buon Viaggio!

Galleria