Baja California del Sud – Tour Guidato in fuoristrada


Durata
12 Giorni
Prezzo di partenza
2.850,00 €

Giorno 1 Italia / San José del Cabo
Atterraggio a San José, incontro con la guida italiana e trasferimento in automobili private all’Hotel Tropicana, storico e caratteristico albergo nel centro della cittadina. Cocktail per gli ospiti e briefing di benvenuto con gli accompagnatori, consegna del kit personale di viaggio e resto della giornata a disposizione per il relax nella piscina dell’albergo oppure per la visita guidata a piedi delle vie ottocentesche del centro storico. Poco prima del tramonto raggiungeremo l’estuario di San José che sfocia nell’ampia baia, ricco di una notevole varietà di uccelli, alcuni dei quali endemici. Cena libera e pernottamento.

Giorno 2San José del Cabo / La Paz
In mattinata, dopo la colazione, raggiungeremo la bellissima baia di Cabo San Lucas dove con una barca privata visiteremo i celebri faraglioni in granito rosa, dietro i quali si nascondevano i pirati che nel ‘600 proprio qui attendevano e depredavano i galeoni spagnoli in ritorno dalle Filippine, la bellissima spiaggia dorata che si affaccia contemporaneamente sul Pacifico da un lato e sul Mar di Cortez dall’altro e la colonia di leoni marini che abita gli ultimi scogli della California. Questi luoghi sono stati spesso utilizzati come set spettacolare per diversi film. Proseguiremo lungo la costa sud della Penisola per visitare altre bellissime baie e uno stretto canyon roccioso di granito rosa di particolare fascino. Nel primo pomeriggio, dopo il pranzo libero, raggiungeremo guidando su sterrato un sito di pitture rupestri millenarie realizzate dalle antiche popolazioni indigene della Baja e delle invitanti pozze balneabili di acqua piovana nascoste ai piedi di montagne di 2.000 metri. Una di queste è caratterizzata dalla temperatura costante di 38°, ideale per un bagno rilassante nel cuore di una natura insolita ed incontaminata.
Prima di proseguire per La Paz, visiteremo lungo il percorso la cittadina mineraria fantasma di El Triunfo, con i resti dei vecchi macchinari ottocenteschi arruginiti e la insolita ciminiera in mattoni disegnata da Eiffel. El Triunfo conserva un’incredibile collezione di pianoforti ottocenteschi che qui gunsero smontati a dorso di mulo per allietare le serate di coloni europei durante l’epoca della corsa all’oro. Si pernotterà presso l’Hotel Concha di La Paz, che si affaccia sul mare calmo e cristallino della baia. Cena libera e pernottamento.

Giorno 3La Paz
In mattinata dopo la colazione, facoltativamente sarà possibile imbarcarsi per l’emozionante avvicinamento in acqua con maschera e pinne dell’innocuo squalo balena, che d’inverno frequenta abbondantemente le acque di La Paz. Nel pomeriggio si visiteranno due splendide baie dei dintorni caratterizzate da mangrovie abitate da una moltitudine di uccelli marini e acque turchesi, dove sosteremo per attività balneari e per effettuare un breve percorso di facile trekking a piedi che permetterà di familiarizzare con la geologia della regione e con la tipica vegetazione dei luoghi che visiteremo durante i giorni seguenti. Una di queste baie, la “Balandra”, è stata proclamata dalla rivista Traveler di Condé Nast come una delle 10 spiagge più belle al mondo. Proprio qui, al tramonto, serviremo un “Margarita” ghiacciato, lo storico cocktail inventato a Ensenada, in Baja California. Ritorno in albergo, cena libera e pernottamento.

Escursione facoltativa per l’avvicinamento in acqua dello squalo balena: 60€, attrezzatura inclusa.
Lo squalo balena non è stanziale in queste acque; di conseguenza, l’escursione si potrà effettuare solo in determinati periodi dell’anno. Contattateci per informazioni. Nei periodi in cui l’escursione non può essere effettuata, il giorno 3 verrà defalcato dal tour

Giorno 4La Paz
Dopo la colazione, partenza in barca privata alla volta della bellissima Isola di Espiritu Santo, prelevando i nostri Ospiti direttamente sulla spiaggia dell’albergo. L’Isola, patrimonio dell’Umanità UNESCO, venne per la prima volta esplorata nei fondali da Jacques Cousteau nel 1974, che definì queste acque come “L’Acquario del Mondo”. Si compierà in lenta navigazione un avvincente periplo dell’isola disabitata per raggiungere una numerosa colonia di giocose ed innoque otarie che con sorpresa si avvicinano incuriosite ai bagnanti per intrattenersi e relazionarsi in acqua con loro. Snorkeling sui colorati banchi di corallo brulicanti di pesci multicolori, pranzo incluso a base di pesce in una bellissima baia di acqua turchese e ritorno a La Paz nel primo pomeriggio. Cena libera e pernottamento.

Giorno 5 La Paz / Loreto
In mattinata dopo la colazione, partenza verso nord in direzione di Loreto, antica capitale della Baja California del Sud e rinomata per la fondazione della prima missione, l’atmosfera intima del paesino con le sue pittoresche viuzze coloniali e l’ampia, bellissima baia. Durante il percorso si effettueranno diverse soste in luoghi particolarmente suggestivi caratterizzati da distese di enormi cactus, paesaggi preistorici ed emozionanti canyon dove ci inoltreremo per scoprire gli incredibili segreti della vita nel deserto. Lungo tutto il tragitto con un pò di attenzione e fortuna si potranno scorgere gatti selvatici, coyotes, antilopi, volpi, cinghiali, lepri, puzzole, rapaci e rettili. Arrivo a Loreto, pranzo incluso presso un locale tipico e sistemazione in albergo. Nel primo pomeriggio raggiungeremo attraverso un impressionante Canyon roccioso i 500m di quota dove in una cornice naturale unica sul finire del 1600 i missionari Gesuiti edificarono in pietra vulcanica la suggestiva Missione intitolata a Francesco Saverio, fondatore dell’Ordine. Nel retro della Chiesa visiteremo l’antico orto irrigato ancora oggi con l’ingegnoso sistema idrico originale “a gravità”, dove campeggia un enorme olivo di 300 anni piantato alle origini della comunità religiosa.
Sulla via del ritorno visiteremo un piccolo ranch per conoscere da vicino lo stile di vita rurale tipico di questi luoghi, assistendo alla preparazione del formaggio di capra, delle tortillas di mais e altre attività inerenti la cura del bestiame. Ritorno a Loreto per il tramonto. Cena libera e pernottamento.

Giorno 6Loreto
Dopo la colazione salperemo in barca per esplorare la bellissima Isla Coronado con la sua spiaggia corallina bianchissima e la sua natura selvaggia ed incontaminata che attira documentaristi da tutto il mondo: leoni marini, uccelli, pesci multicolori sono le attrazioni di questo minuscolo paradiso coperto di piccoli cactus, cespugli di camomilla selvatica e Torotes, “l’albero elefante” della Baja. Un pranzo leggero verrà servito in spiaggia. Al ritorno si visiterà la prima missione della penisola risalente al 1697 e l’interessante Museo delle Missioni. Cena sulla spiaggia inclusa a base di frutti di mare che verranno cotti sepolti nella sabbia sotto un letto di braci aromatiche, secondo una antica usanza loretana. Pernottamento.

Giorno 7Loreto / Santa Rosalia
Dopo la prima colazione si partirà di nuovo verso nord lungo il Mar di Cortez per costeggiare la splendida Bahia Concepcion con la sua successione di piccole baie di acqua turchese, attraversando nuovamente il deserto costiero della Sierra della Giganta caratterizzato su questo tratto dalla presenza di cactus Cardon di enormi dimensioni. Dopo una visita della missione settecentesca e dell’oasi di palme da dattero di Mulegé, dove sosteremo per il pranzo in un locale tipico, si arriverà a Santa Rosalia, fondata sul finire dell’800 dai francesi intorno ad un ricco giacimento di rame. Il pernottamento è previsto presso l’affascinante albergo “Frances”, ricco di fascino romantico e decadente, completamente realizzato in legno di quercia nella seconda metà del 1800 per fungere da foresteria per i dirigenti francesi della miniera. Cena libera e pernottamento.

Giorno 8Santa Rosalia / San Ignacio
Dopo la prima colazione visiteremo la chiesa in metallo rivettato firmata da Gustave Eiffel, il museo della città con le importanti documentazioni storiche e fotografiche della vita di questo fiorente centro minerario fino al suo improvviso tramonto e la baguetteria francese ottocentesca ancora funzionante, rimasta a testimoniare l’atmosfera di altri tempi. Si proseguirà poi per San Ignacio attraverso un paesaggio di colline di arenaria, minuscolo e caratteristico paesino sul Pacifico dove si visiteranno la bellissima missione gesuita settecentesca che spicca tra le facciate stile “western” della piazza centrale, l’oasi di palme che lambisce il paese con la ricca aviofauna ed il museo delle pitture rupestri, con testimonianze misteriose degli indigeni Cochimi che abitarono questo deserto roccioso in perfetto adattamento per oltre 10.000 anni. Si lascerà quindi il percorso pavimentato e si guiderà attraverso un avventuroso sterrato alla volta dell’omonima laguna sul Pacifico, con la vista spettacolare dei tre vulcani spenti denominati “Le tre Vergini”. Arrivo al campo e sistemazione in ampie e confortevoli tende igloo con due letti.
L’accampamento è frequentato annualmente da biologi marini provenienti da tutto il mondo che vengono fin qui per studiare le balene grigie a causa delle ineguagliabili possibilità di avvicinamento. Dopo l’arrivo al campo si effettuerà una prima uscita in barca per l’avvicinamento di questi mansueti giganti del mare che si riuniscono annualmente nella laguna per riprodursi o partorire i propri piccoli e che spesso cercano un contatto fisico con gli occupanti delle imbarcazioni. Dopo il rientro ed il pranzo incluso, il pomeriggio sarà dedicato all’esplorazione naturalistica a piedi dei dintorni, con la visita di una salina naturale e di un interessante piccolo allevamento di ostriche. Cena inclusa al ristorante del campo base e pernottamento.

Giorno 9 il golfo di San Ignacio
Dopo la prima colazione si salperà in lancia privata per una seconda, avvincente uscita di whale watching alla ricerca di balenotteri con voglia di farsi accarezzare. Ritorno al campo, pranzo e nel pomeriggio escursione a piedi per l’esplorazione delle mangrovie della laguna e dell’area di nidificazione dei falchi pescatori. Dopo la cena ci allontaneremo a piedi dal campo base per illustrare ed ammirare con un telescopio il cielo notturno, qui particolarmente nitido e ricco di stelle a causa della grande lontananza di centri abitati e della bassissima umidità ambientale. Ritorno al campo e pernottamento.

Giorno 10San Ignacio / Puerto San Carlos
In mattinata partenza per Puerto San Carlos attraverso un emozionante percorso sterrato di circa 200km che si svilupperà tra saline naturali, boschi di cactus, dune di sabbia, guadi di torrenti e canyon rocciosi. Dopo questa tappa fuoristrada e dopo il pranzo in un locale tipico giungeremo a Puerto San Carlos, piccolo villaggio di pescatori di granchi e mitili sul Pacifico. Sistemazione in albergo con spiaggia, cena libera e pernottamento.

Giorno 11Puerto San Carlos / Todos Santos
Dopo la colazione, visita in lancia privata dell’ampia Bahia Magdalena con il suo labirinto di mangrovie, la ricca aviofauna, le balene che abbondano fino ad aprile e l’interminabile arenile desertico sul Pacifico lungo circa 80 km costituito da un mare di dune di sabbia marina. Dopo uno spuntino a base di pesce che sarà servito tra queste dune si riprenderà la strada alla volta di Todos Santos, caratteristico paesino bohèmien sul Pacifico, rifugio di tanti artisti e pittori. Arrivo e sistemazione presso lo storico e confortevole Hotel Guaycura ricavato nell’antica dimora ottocentesca di un proprietario terriero, cena libera e pernottamento.

Giorno 12San José del Cabo / Italia
In mattinata, trasferimento all’aeroporto di San José situato a circa 1h e 30’ di guida, operazioni di check-in assistite per l’imbarco sul volo di rientro in Italia e congedo dal gruppo.